La guida completa alle Gole di Samarià - 1a parte

The famous "Gates" of Samaria

Periodi di apertura delle Gole di Samarià

Il Parco Nazionale di Samarià ha tradizionalmente, sempre aperto al pubblico agli inizi di maggio. Negli ultimi anni, però, è stato spesso possibile visitarlo già in aprile, entrandovi dalla parte bassa. L'apertura delle gole dipende, naturalmente, dal tempo e dal lavoro necessario per renderne nuovamente agibile il sentiero, dopo le piogge invernali. Di conseguenza, può variare da poco prima del primo maggio, al primo maggio, o anche leggermente più tardi (se il tempo è brutto, o i lavori di ripristino sono tardivi). La chiusura delle gole avviene alla fine di ottobre.

Samarià: miti da sfatare

La maggior parte di quello che è stato scritto riguardo Samarià proviene dalla stessa fonte bibliografica. Ciò significa che gli stessi errori sono stati ripetuti quasi ovunque, per molti anni.
Dunque, per prima cosa, “mettiamo alcuni puntini sulle i”:

Le gole di Samarià non sono lunghe 18 Km: i 18 Km si riferiscono alla distanza tra l'abitato di Omalòs, sul fianco nord dell'altopiano, ed il paese di Aghìa Rumèli. Le gole sono lunghe 16 Km; iniziano ad un altitudine di 1250 m slm e vi accompagnano fino sulla riva del Mar Libico, ad Aghìa Rumèli. Il percorso attraverso il Parco Nazionale di Samarià è di 13 Km, ma bisogna percorrerne altri 3 dall'uscita del Parco Nazionale fino ad Aghìa Rumèli, per un totale, quindi, di 16 Km.

Il passaggio molto stretto che si trova circa alla fine della gola, viene spesso denominato “Le Porte di Ferro”. Nessuno degli abitanti che un tempo risiedevano a Samarià (piccolo paese ora disabitato, all'interno dell'omonimo parco nazionale ndt) sa perchè il posto sia stato, ad un tratto, definito così. La gente del posto, infatti, lo ha sempre chiamato “Pòrtes” (che, come dice la parola lasciata dagli occupatori veneziani - ndt. - significa, appunto, porte), ma del “ferro” nemmeno traccia!

È stato detto che quelle di Samarià sono le gole più lunghe d'Europa. Non ne sono certo. Da quello che so, le “gole di Verdon”, nel sud della Francia, sono lunghe poco più di 20 Km. Di analoga lunghezza sono anche quelle di Tripitì, ad est delle gole di Samarià, ma che, contrariamente ad esse, nessuno conosce.

Le gole di Samarià si trovano all'interno dell'omonimo parco nazionale, sulle catena delle Montagne Bianche (Lefkà Òri), nella parte ovest di Creta. Il parco è gestito dal Dipartimento Risorse Forestali della provincia di Chanià. Le gole, solitamente, sono aperte solo dagli inizi di maggio, fino alla fine di ottobre. In inverno, la quantità di acqua rende la gola pericolosa ed il sentiero non percorribile. La gola può essere chiusa anche in giorni di pioggia, nel caso venga ritenuta troppo pericolosa, per eventuale caduta massi.

Il biglietto per accedere al parco è di 5,00 euro (gratis per i bambini ed i ragazzi fino ai 15 anni; a metà prezzo per gli studenti).

Perchè i 5 euro di biglietto​?

  • Sul sentiero, vengono effettuati lavori di manutenzione ed è in condizioni decisamente migliori rispetto ai “normali” sentieri di Creta.
  • Lungo la via, ci sono guardiaparco (in contatto radio tra loro), che vi possono aiutare in caso di infortunio o di problemi in genere.
  • Un medico è (in teoria) di stanza nel villaggio abbandonato di Samarià.
  • Lungo il sentiero, ci sono sorgenti ben tenute e, così, non è necessario che portiate con voi molta acqua.
  • Ci sono toilette in più punti e numerosi cestini porta-rifiuti. Troverete sorprendentemente poca spazzatura, rispetto alla quantità di visitatori giornalieri.
  • Riceverete anche una serie di regole, per proteggere e rispettare il parco e per rendere l'esperienza di ognuno sicura e gradevole.

Le gole sono aperte solo durante il giorno. Se desiderate iniziare la camminata nel pomeriggio, vi sarà permesso arrivare solo fino ad un certo punto. I guardiaparco si vogliono assicurare che chiunque sia entrato, esca prima che faccia biuo. Questo è il motivo per cui vi domandano di mostrare il biglietto all'uscita: ciò (apparentemente) permette loro di sapere se qualche visitatore si trova ancora nel parco, durante la notte.

 

Qual è il periodo migliore per percorrere le gole?

Il problema di Samarià è l'affollamento. Le gole sono diventate un “must” delle vacanze a Creta e si contano più di 2000 visitatori al giorno, nei giorni di grande affluenza (clicca qui: statistica dei visitatori).
Se avete la sfortuna di aver scelto uno di questi giorni, l'atmosfera non sarà delle migliori. Partire, però, all'alba (prima, cioè, dell'arrivo dei pullman turistici), vi darà un po' di vantaggio. È possibile trovare una buona sistemazione (anche a buon mercato) a Omalòs.
Il primo pullman turistico arriva circa alle 7.30 am e, da quest'ora in poi, è un flusso ininterrotto di pullman, fino alle 11.00 am.
Potete iniziare a percorrere il sentiero alle 12.00, non ci saranno molte persone; ma, molto probabilmente, dovrete poi trascorrere la notte ad Aghìa Rumèli, poiché l'ultimo traghetto sarà già partito, quando voi arriverete.

Per quanto riguarda il miglior periodo dell'anno per visitare le gole, è la primavera: la temperatura non è ancora salita e la vegetazione è all'apice. Il periodo peggiore è nel mezzo dell'estate, durante un'ondata di calore: lasciate perdere e tornate in un momento migliore!

Andate alla 2a Parte della pagina su Samarià

Andate alla Descrizione del percorso a piedi

The Samaria Experience - back to the roots of Cretan traditions
INFORMAZIONE GENERALEDOVE PUOI STAREPROPRIETADESTINAZIONI PRINCIPALIESCURSIONIFOTOLIBRI & MAPPEEMAIL

 

Crete photo of the day
Crete Photo of the Day